Pillole di G Suite - L'alternativa ai Post-it: Google Keep

Pillole di G Suite - L'alternativa ai Post-it: Google Keep

Ti riconosci nella foto? Ogni giorno ti ritrovi a scrivere appunti e idee in mille post-it che poi puntualmente non trovi più?
Hai mai pensato di utilizzare un’app gratuita che sia accessibile da qualsiasi dispositivo dotato di connessione e con un unico account, senza la preoccupazione di dover pensare a dove avevi appuntato quel contatto che finalmente eri riuscito ad avere?

Google ha pensato più in grande: con Google Keep di G Suite le funzionalità dei post-it su desktop si uniscono alle integrazioni con altre app dell'ecosistema Google e alla comodità di avere tutte le informazioni che vuoi sempre a portata di mano.

Google Keep: non perdere neanche un'idea

Succede nella vita di tutti i giorni di utilizzare più dispositivi: il computer del lavoro, lo smartphone personale, il pc mentre si è in viaggio. Per evitare di creare delle note locali che poi vengono dimenticate, la soluzione è utilizzare un’applicazione collegata ad un unico account che possa permetterti di accedere facilmente inserendo solo username e password. Con Google Keep, inserendo il proprio indirizzo Gmail è possibile creare e visualizzare diverse tipologie di note anche da altri devices diversi dai propri.

Perché Google Keep piace così tanto ai suoi utilizzatori? Molto semplice: è integrato con tutte le applicazioni della Suite. Così, se mentre stai redigendo un bilancio e ti ricordi di dover parlare con il tuo collega di un progetto, non dovrai fare altro che cliccare sull’icona di Keep nella barra laterale a destra e potrai facilmente registrare il promemoria, senza bisogno di abbandonare il tuo lavoro.

Le note che si possono creare sono di diversi tipi, in base alle tue esigenze:

  • elenchi puntati, con la possibilità di spuntare i punti in lista
  • aggiunta di immagini
  • scrittura manuale
  • integrazione con GMaps quando vengono inseriti degli indirizzi
  • link direttamente cliccabili dal memo.

Per i più creativi c’è anche la possibilità di differenziare le note in base ai colori e per gli amanti dell’ordine la funzione di nidificazione nelle etichette.

Condividi le tue idee: in team si vince!

Hai un’idea vincente e vuoi condividerla con il tuo team? Basta condividere lunghe mail: utilizza la funzione collabora! Una volta creata la nota, ti basterà selezionare il nome della persona con cui vuoi condividere l’informazione (di cui dovrai avere l’indirizzo mail) e in un click i tuoi appunti saranno disponibili per la visualizzazione o la modifica anche ai tuoi collaboratori.

Se poi hai paura di dimenticarti di condividere l’idea, puoi creare un’altra nota con funzione “promemoria” indicando giorno e orario per attivare il reminder che ti ricorderà di spedire il memo!
 

Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli:

Come organizzare i documenti aziendali nel 2020 grazie al cloud

  • mercoledì 11 novembre 2020 mercoledì 11 novembre 2020

Il 2020 ha rivelato l'estrema necessità di adeguarsi il prima possibile a sistemi di cloud computing per poter lavorare ovunque e con qualsiasi dispositivo connesso ad Internet. Anche le procedure di archiviazione documenti in azienda devono pertanto adeguarsi a questi cambiamenti: in questo articolo degli spunti per farlo fin da subito.

Ottimizza il tuo tempo al lavoro!

  • venerdì 16 ottobre 2020 venerdì 16 ottobre 2020

Ridurre le perdite di tempo per ridurre lo stress nell'ambiente di lavoro: bastano pochi accorgimenti e conoscere gli strumenti giusti da utilizzare. Ecco qui il risultato di recenti ricerche in time management e qualche consiglio su come ottimizzare la propria giornata lavorativa.

Addio a G Suite: Novità in Casa Google

  • venerdì 9 ottobre 2020 venerdì 9 ottobre 2020

Da ottobre 2020 la famosa Suite Google cambia nome e diventa Google Workspace per rispecchiare al meglio la nuova immagine del prodotto dell'azienda californiana: un'importante rivoluzione che potrebbe preannunciare altrettante novità.