Smarketing: L'unione fa la Forza

Smarketing: L'unione fa la Forza

L’unione fa la forza: è proprio il caso di dirlo quando il marketing incontra le vendite!

Il settore B2B ha storicamente vissuto una netta distinzione tra il reparto marketing, coloro che si occupano di indagare e prevedere le esigenze dei cliente, e la forza vendita, che invece i clienti li incontra e ne può ascoltare direttamente le richieste. Questa mancanza di confronto e comunicazione ha spesso comportato una mancata comprensione delle aspettative della clientela e una visione prodotto-centrica dell’organizzazione aziendale.

Questa prospettiva sembrerebbe però subire un’inversione di tendenza negli ultimi anni. Studi hanno, infatti, dimostrato l’importanza di porre il cliente al centro della propria azienda, con una conseguente riorganizzazione della struttura aziendale. L’approccio cliente-centrico comporta il necessario coinvolgimento attivo, la comunicazione e la condivisione di obiettivi tra i vari reparti.

È da questa esigenza che nasce lo Smarketing:

l’allineamento del team di vendita e di marketing su obiettivi comuni con lo scopo di aumentare l’efficienza.

Grazie al coordinamento tra i due team, il marketing può spingere verso le vendite solo i lead più qualificati, coloro cioè che diventeranno clienti con maggiore probabilità. In poche parole si tratta di lavorare in sinergia per al massimo sull’imbuto della conversione clienti (il funnel marketing), in cui il marketing lavora all’inizio e le vendite lavorano alla fine, affinché l’acquisto si verifichi.

Smarketing: L'unione fa la Forza


Lo scopo dello smarketing è molto pratico: evitare disaccordi. Favorire la collaborazione totale tra marketing e vendite permette, infatti, di migliorare le attività di entrambe i reparti e aumentare le prestazioni dell’azienda.

Come iniziare a fare smarketing?

Sono numerose le aziende che hanno già iniziato a comprendere l’importanza della coppia vincente marketing + vendite. Ecco gli step che hanno seguito:

1. Obiettivi
Bisogna definire obiettivi specifici e misurabili in maniera integrata tra marketing e vendite, qualificando e quantificando i lead.

2. L’utente comanda
Entrare nella testa di un cliente ti sembra impossibile? Raccogliendo i dati giusti potrai comprendere esattamente quello che la tua clientela vuole in modo da formulare una proposta di valore.

3. Utilizzare un software comune
Un ottimo modo per facilitare la collaborazione tra marketing e vendite è usare la marketing automation. Un software condiviso, infatti, permette di:

  • segmentare i clienti in base al livello di relazione
  • eseguire follow-up tramite mail
  • risparmiare tempo per essere più presenti ed efficaci nella relazione con il cliente.

Lo smarketing poggia sulla gestione e condivisione dei dati. Non c’è smarketing senza uno strumento con il quale creare, aggiornare, condividere la storia della relazione del contatto con l’impresa.

NetManager è il software pensato proprio per far collaborare tutte le figure aziendali e gestire in maniera fluida il flusso di dati, con l’obiettivo ultimo di porre il cliente al centro del business affinché si realizzino gli obiettivi SMARTdell’azienda.

Raccogliere, catalogare e archiviare i dati relativi ai clienti è facile e intuitivo: tutto è a portata di mano in NetManager e l’accesso ai dati può essere inibito in base alla figura professionale dall'amministratore. Ogni collaboratore all’interno dell’azienda può essere così indipendente, ma al contempo interdipendente, nelle informazioni che riguardano la linfa vitale di ogni attività: il cliente.